Tour

INDIA del Sud

dal 1° all’11 luglio 2020 (11 giorni)
accompagnati da don Paolo RENNER

Il Tamil Nadu possiede una delle culture più antiche e complesse del mondo, e una delle caratteristiche dell'India Meridionale è proprio la „continuità culturale“ consentita dal fatto che i Musulmani e Mogol, che invasero il nord, non arrivarono a distrurbare i regni dravidici del sud e quindi l'architettura e l'arte originarie indù poterono essere perfettamente preservate dalle dinastie che si succedettero nel tempo. Lo Stato del Kerala si trova nell'India sud-occidentale; con i suoi 575 chilometri di costa bagnata dal Mare Arabico è un „paradiso tropicale“ che prende il nome da „Kera“, la palma da cocco che qui cresce ovunque. Il Kerala è una sottile striscia di terra fertile a ridosso dei Gati Occidentali, che per anni lo protessero dalle invasioni da terra. Trovandosi tuttavia sul mare, si possono ancora trovare resti di diverse influenze straniere, dagli antichi Fenici ed Egizi agli Arabi e ai Cinesi, fino ai più recenti Olandesi, Portoghesi e Inglesi. Qui approdarono, migliaia di anni fa, le navi del Re Salomone e poi vennero i Greci e i Romani nelle loro galee. Nel Kerala arrivarono commercianti di tutto il mondo attratti dalla sua ricchezza di legno di sandalo, avorio, tek, legname e, naturalmente, spezie orientali come zenzero, cannella, cardamomo e pepe.

 Scarica la brochure e la locandina.

1° giorno, mercoledì 1° luglio 2020

ALTO ADIGE - VENEZIA - DUBAI

Ritrovo dei Signori partecipanti e partenza con pullman G.T. per l’aeroporto di Venezia. Disbrigo delle formalità doganali e imbarco su volo di linea per Chennai via Dubai. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno, giovedì 2 luglio 2020

DUBAI - CHENNAI

Sri Kapaleeswarar TempleSri Kapaleeswarar Temple

In mattinata arrivo all’aeroporto internazionale di Chennai (Madras), dopo le formalità doganali e ritiro bagagli, incontro con la guida indiana parlante italiano. Breve giro orientativo e trasferimento in hotel. Pranzo e assegnazione delle stanze. A seconda del tempo a disposizione, visita della città e dei monumenti più significativi tra i quali il Sri Kapaleeswarar Temple nella zona di Mylapore della dinastia Pallava risalente al VIII secolo, tipico esempio di architettura Dravidica dedicato a Shiva con le caratteristiche torri “Gopuram”.

CHENNAI
Più conosciuta come Madras, è la capitale del Tamil Nadu e rappresenta la porta di accesso per conoscere le varie etnie e culture dell’India del Sud. Considerata dopo Bombay, il più importante porto del sud, di antichissime origini, la città fu a lungo utilizzata dagli inglesi come base per le loro campagne e divenne ben presto uno dei maggiori centri coloniali dell’Inghilterra. Negli ultimi anni Madras sta conoscendo un periodo di notevole sviluppo, grazie soprattutto alle numerose industrie meccaniche che si trovano nella zona e al movimento commerciale favorito dallo scalo marittimo.

Questo tempio è decorato con alcune bellissime sculture oltre a 63 statue in bronzo raffiguranti divinità Saivite (Nayanmars) che adornano la parte esterna. La visita prosegue con la Cattedrale di Santhome, la National Art Gallery, il Forte St. George edificato nel 1640 d.C., un tempo prima difesa della East India Company, oggi sede di uffici governativi. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno, venerdì 3 luglio 2020

CHENNAI - KANCHIPURAM - MAHABALIPURAM (145 km)

Sri EkambaranatharSri Ekambaranathar

Partenza al mattino per l’escursione a Kanchipuram, la “città d’oro”, una delle sette città sacre dell’India induista, dove si possono visitare numerosi templi indù costruiti in epoche diverse e sacri a Shiva e Vishnu. Nel momento di massimo splendore del regno Pallava ne divenne capitale e furono costruiti alcuni dei templi più importanti; conquistata in seguito dai Chola, nel XIV secolo passò sotto il raja di Vijayangar. Contesa da inglesi, francesi e musulmani nel periodo coloniale, oggi Kanchipuram è famosa per il suo patrimonio monumentale e per le raffinatissime sete tessute a mano. I suoi templi hindu più noti sono: il tempio Sri Ekambaranathar, dedicato a Shiva, il cui gopuram (alta torre piramidale) con i suoi 57 metri è uno dei più alti dell’India del Sud, il tempio Kailasanatha, il più antico della città, costruito da uno dei re pallava alla fine del VII secolo, il Kamanakshi Amman dedicato alla dea Parvati; e il tempio Vaikunta Perumal.

MAHABALIPURAM
Conosciuta con il nome di Mamallapuram, è una città costiera dello stato del Tamil Nadu. Essa ha origini antichissime: già nel VII secolo era infatti un importante centro portuale della Dinastia Pallava. Si ritiene che il suo nome derivi da quello del sovrano dei Pallava Narasimhavarman I, detto Mamallan (cioè “grande lottatore”). Fra il VII e il IX secolo qui vennero edificati numerosi monumenti, che nel 1984 sono valsi alla città l’iscrizione nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco.
arjuna penanceBassorilievo Arjuna’s Penance

Proseguimento per Mahabalipuram, importante centro portuale, prestigioso centro d’arte, di religione e di potere al tempo dei Pallava, la prima dinastia di un certo rilievo dopo la caduta dell’impero Gupta. Molto interessanti i suoi templi situati sulla spiaggia erosi dal vento e dalla sabbia, e i piccoli templi rupestri: il grande bassorilievo Arjuna’s Penance con figure di dei, uomini, animali e altre creature semidivine, il Ganesh Ratha e i mandapam (piccole santuari) sulle colline circostanti. Il “Tempio sulla Spiaggia”, o Shore Temple, eretto tra VII e VIII secolo e dedicato a Shiva, è l’unico rimasto di sette templi erosi a poco a poco dal mare e dalla salsedine. I cosiddetti “Cinque Ratha”, magnifico saggio di architettura pallava, sono un gruppo di templi monolitici a forma di carri processionali. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno, sabato 4 luglio 2020

MAHABALIPURAM - AUROVILLE - CHIDAMBARAM - KUMBAKONAM (250 km)

aurovilleAUROVILLE

Partenza per Auroville, una città “sperimentale”, basata sulla visione di Sri Aurobindo, È stata fondata nel 1968 da Mirra Alfassa, nota con il nome di Mère (“la Madre”). La città è stata disegnata dall’architetto Roger Anger. Auroville è intesa per essere una città universale, dove uomini e donne di ogni nazione, di ogni credo, di ogni tendenza politica possono vivere in pace e in armonia. Proseguimento verso Chidambaram dove si visita il bellissimo tempio di Natraj, costruito durante il periodo Chola (848-1280 d.C.), un prospero periodo in cui furono costruiti templi magnifici. Il Natraj Temple è particolarmente speciale per ciò che simboleggia per gli induisti essendo il centro della devozione a Shiva. Prima di arrivare, visita del tempio di Darasuram, Airatesvara dedicato a Shiva. Darasuram è il nome corretto di Rajarajeswaram. Al termine trasferimento a Kumbakonam, arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento in hotel.

5° giorno, Domenica 5 luglio 2020

KUMBAKONAM - THANJORE - TRICHY - ASHRAM

brihadishvaraTempio Brihadishvara

Al mattino partenza per Thanjore, all’arrivo visita al tempio Brihadishvara (massima espressione dell’architettura dei Chola, dichiarato patrimonio dell’umanità), situato nel cosiddetto “fortino”, a cui si accede attraverso un gigantesco gopuram. Il tempio risale al 1010 ed è dedicato a Shiva Nataraja e contiene diverse rappresentazioni di questo aspetto della divinità. Nel cortile del tempio e adagiato in un bel mandapa del XIII secolo, un enorme toro Nandi in granito nero; successivamente visita del palazzo museo del Rajah che raccoglie una splendida collezione di bronzi. Nel pomeriggio proseguimento per Trichy (Tiruchirapalli) la “Città della Roccia Sacra”, le cui origini si perdono nei secoli precedenti all’era cristiana, e visita del tempio di Srirangam, dove i pellegrini e i fedeli celebrano i rituali sulla riva del fiume Cauvery. Al termine, trasferimento ad Ashram per il ritiro. La città, risalente al VI secolo a.C., è stata il centro fondamentale della cultura tamil ed è senz’altro una delle città più antiche dell’India e forse il luogo di pellegrinaggio più importante del Tamil Nadu. Cena e pernottamento in hotel.

6° giorno, lunedì 6 luglio 2020

ASHRAM

Giornata dedicata alle attività di conoscenza della realtà religiosa locale, frutto di un adattamento cristiano delle prassi devozionali induiste. Verranno proposti momenti di meditazione e di riflessione, dai monaci Benedettini che guidano tale comunità, meta frequente di numerosi visitatori e pellegrini sia europei che locali. Cena e pernottamento in hotel.

7° giorno, martedì 7 luglio 2020

MADURAI

Gandhi Memorial MuseumGandhi Memorial Museum

Al mattino, partenza per Madurai e dopo pranzo visita della città: il palazzo indo-saraceno di Nayak Tirumalai, costruito nel 1636, fu successivamente demolito e oggi rimangono soltanto l’ingresso, la sala principale e quella da ballo; il Gandhi Memorial Museum e il tempio Sri Meenakshi. Complesso templare costruito nel XVII secolo durante il regno di Tirumalai Nayak, ma la sua storia risale almeno a 2000 anni prima, all’epoca in cui Madurai era la capitale della dinastia pandya. Il complesso occupa una superficie di 6 ettari e ha 12 gopuram riccamente decorati la cui altezza va da 45 a 50 metri. Un santuario all’interno è dedicato alla dea Meenakshi (una principessa Panda che conobbe l’amore con Shiva sul monte sacro Kailash) e l’altro santuario è intitolato a Shiva stesso. Cena e pernottamento in hotel.

MADURAI
Città molto animata e vivace anche se non così opprimente come altre metropoli indiane. È praticamente un grande bazar affollato di tutto: negozi, pellegrini, templi, mendicanti, mercati, carri trainati da buoi, risciò, alberghi di tutti i tipi, ristoranti e botteghe. Considerata la culla della cultura Tamil è una delle città sante più affascinanti dell’India.

8° giorno, mercoledì 8 luglio 2020

MADURAI - PARCO NAZIONALE di PERIYAR (137 km)

Prima colazione in hotel. Si lascia il Tamil Nadu per lo Stato del Kerala che si trova nell’India sud-occidentale. Il Parco nazionale di Periyar, una riserva naturale a 1.800 m. di quota, si estende per 770 ettari ed è una splendida giungla di alberi sempreverdi e savana che offre asilo a molte specie di animali selvatici, soprattutto elefanti. È stata dichiarata zona protetta per tigri e leopardi. Arrivo e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio escursione in barca sul lago omonimo dove si avrà la possibilità di osservare numerosi animali nel loro habitat naturale. Vi vivono elefanti, cinghiali, bisonti, scimmie, tigri, sambar, oltre a 300 specie di uccelli e altri animali endemici. Cena e pernottamento in hotel.

9° giorno, giovedì 9 luglio 2020

PERIYAR - KUMARAKOM (140 km)

Kumarakom Bird SanctuaryKumarakom Bird Sanctuary

Partenza per Kumarakom, percorrendo strade di montagna ove si alternano foreste a piantagioni di caffè, di tè, di spezie, alberi della gomma e palme da cocco. Arrivo e sistemazione in hotel per pranzo. Nel pomeriggio giro in barca. Kumarakom è situata nei pressi del Lago Vembanad, il più grande lago d’acqua dolce nello stato del Kerala. Questo è famoso anche per una grande varietà di flora e fauna; il “Kumarakom Bird Sanctuary”, un noto santuario degli uccelli che si estende su 14 acri mentre il Lago Vembanad è l’habitat ideale per molte specie marine di pesci d’acqua dolce. Cena e pernottamento in hotel.

10° giorno, venerdì 10 luglio 2020

KUMARAKOM - COCHIN (70 km)

cochinCOCHIN

Dopo colazione si prosegue verso Cochin. Costruita su una fitta rete di isole e penisole, Cochin un tempo era un importante scalo marittimo portoghese e ancora oggi riveste un ruolo molto importante nel commercio nazionale e internazionale. All’arrivo, inizio delle visita di Cochin: la sinagoga della comunità ebraica le cui radici risalgono al 1000 d.C., la più antica chiesa cattolica esistente nel paese; palazzi costruiti dai portoghesi rappresentano solo alcuni degli aspetti di questa eterogenea città; il palazzo Olandese (in realtà edificato dai portoghesi nel 1555 e noto anche come il palazzo di Mattancherry); la chiesa di san Francesco. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita alla zona della pesca nei pressi della città per vedere le famose reti cinesi: si tratta di reti fisse a cantilever, generalmente utilizzate durante l’alta marea e sono disposte lungo i canali e le lagune tra Cochin e Kottayam. Cena e pernottamento in hotel.

11° giorno, sabato 11 luglio 2020

COCHIN - DUBAI - VENEZIA - ALTO ADIGE

Dopo la colazione trasferimento in aeroporto e volo per Venezia con scalo a Dubai. Quindi trasferimento con pullman G.T. per Bolzano.

INFORMAZIONI UTILI


DOCUMENTI: Per l’ottenimento del visto in India è necessario il passaporto in originale, con almeno due pagine libere, corredato di 2 foto tessera 5x5cm a colori. Il passaporto deve essere valido almeno 6 mesi dalla data di partenza e firmato dall’intestatario. La compilazione dell’apposito formulario sarà effettuato on-line dalla nostra agenzia al costo di 90 €.

VACCINAZIONI e MEDICINALI: Nessuna vaccinazione è obbligatoria. Per un’informazione più completa, fate riferimento al Servizio di Igiene e Sanità della vostra città. È bene portare con sé medicinali contro eventuali infezioni intestinali, repellente contro le zanzare, analgesici o medicinali consigliati dal vostro medico di fiducia. Attenzione agli sbalzi di temperatura tra l’esterno e l’interno di pullman e hotel (aria condizionata!). È bene comunque attenersi alle solite buone norme del viaggiatore, quali bere solo bevande sigillate e non esagerare con la verdura cruda.

FUSO ORARIO: + 4 ore e mezza rispetto l’Italia.

VALUTA: In India vige la rupia indiana, il cui cambio è continuamente in oscillazione. Pertanto un cambio indicativo (da riconfermare in loco) un Euro vale circa 79 rupie. Sono accettati sia dollari che euro, comunemente cambiati nelle banche e presso gli sportelli di cambio valuta degli hotel. Le maggiori carte di credito sono accettate quasi ovunque. È possibile convertire, al termine del viaggio, le banconote rimaste con USD o Euro, presentando il certificato di cambio effettuato, oltre al passaporto e il biglietto aereo di ritorno. La moneta indiana non può essere esportata.

LINGUA: La lingua ufficiale è l’Hindi. In India vi sono mille e più tra lingue e dialetti, per cui spesso gli indiani stessi per capirsi tra loro parlano inglese. L'inglese è comunemente parlato da quasi tutte le popolazioni e insegnato nelle scuole.

ABBIGLIAMENTO: Per quanto concerne l’abbigliamento, sarà necessario portare indumenti leggeri.

ACQUISTI: Si può acquistare di tutto, l’India è il paradiso per lo shopping. Troverete inoltre preziose miniature su carta, nonché oggetti in legno di sandalo, incensi e spezie. Parte di una tradizione antica sono i bellissimi tappeti ancora oggi lavorati artigianalmente (in lana o lana/seta). È vietata l’esportazione di avorio e per lo sdoganamento di oggetti di antiquariato è bene chiedere il certificato al negoziante. Mercanteggiare è quasi sempre un dovere e anche un divertimento!

MEZZI di TRASPORTO: I pullman in India sono confortevoli, ma non paragonabili ai nostri pullman Gran Turismo. Sono tutti di fabbricazione indiana. Lo stato delle strade in India è a volte precario (ma la situazione è in costante miglioramento) e la massima velocità consentita nonché possibile è di 50 chilometri all’ora. I trasferimenti risulteranno pertanto abbastanza lunghi, non tanto per la lunghezza del tragitto stesso, quanto per la lentezza con cui lo si percorre. Su alcuni tratti stradali minori il vostro mezzo potrà sobbalzare a causa del fondo stradale dissestato.

MANCE: La mancia, come in ogni paese turistico, è ormai indispensabile per ottenere un buon servizio. Per questo è stata stabilita una cifra pari a 60 €, che verrà poi ripartita dall’accompagnatore di volta in volta per i singoli servizi.

ELETTRICITÀ: 220 volt. Le prese sono circolari a tre poli, le nostre possono essere utilizzate solo se con imbocco a due. In ogni caso è meglio munirsi di un adattatore universale.

TELEFONO: In India ci sono numerosissimi botteghini, gestiti da privati, che espongono un’insegna gialla con la scritta in rosso ISD (per le chiamate internazionali) e STD (per le interurbane). Non esistono cabine telefoniche pubbliche. Telefonare dall’hotel è sicuramente la soluzione più comoda, ma anche più cara.

PASTI e BEVANDE: Ricordiamo che la cucina indiana varia da regione a regione; al Sud è più piccante e con molti piatti vegetariani; al Nord, per l’influenza musulmana, meno piccante e con maggioranza di piatti a base di carne (pollo e montone). È raro trovare carne bovina e suina. Il pasto indiano è composto da una vasta scelta di piatti di verdura cotta e talvolta di carne e pesce, accompagnati da riso e da lenticchie (il dhal, piatto tipico). Non mancano salse di vario genere, spesso piccanti, e i numerosi tipi di pane locale (chapati, nan, rhoti, etc.). Vi consigliamo di assaggiare il formaggio cotto indiano (paneer) e i famosi piatti tandoori (carne o pesce marinati in salsa di limone, spezie e yogurt cotti in uno speciale forno di terracotta). Le spezie sono alla base della cucina indiana, soprattutto per la preparazione del curry. I dolci sono per lo più budini di latte, paste e frittelle. Frutta tipicamente tropicale. La bevanda più diffusa è indiscutibilmente il the, ottimi anche la birra, il gin e il rhum indiani.

Posti in pullman assegnati in ordine di iscrizione

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE in camera doppia
(gruppo minimo 15 partecipanti)
2.780 €
SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA (su richiesta impegnativa) 520 €
ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO OBBLIGATORIA SENZA FRANCHIGIA in camera doppia (vedere contratto assicurativo) 190 €
ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO OBBLIGATORIA SENZA FRANCHIGIA in camera singola vedere contratto assicurativo) 238 €
VISTO DI INGRESSO IN INDIA 90 €


Le quote sopra indicate sono costruite sulla base delle tariffe aeree attualmente in vigore e dei servizi a terra attualmente stimati. Ci riserviamo il diritto, in conseguenza della variazione del costo del trasporto, del carburante, dei diritti e della tasse quali quelle di atterraggio, di sbarco o imbarco, di rivedere il prezzo di vendita nei termini e tempi previsti dal D.L. n. 111. Le quotazioni sono basate e garantite sulle base delle tariffe aeree valide fino al 20/12/2019.

LA QUOTA COMPRENDE:
LA QUOTA NON COMPRENDE:
PENALITÀ DI ANNULLAMENTO:

 Scarica la brochure e la locandina.